Libri · Recensioni

Le mie ultime letture.

Buon pomeriggio a tutti lettori! Purtroppo per mancanza di tempo qui in questo post vi farò un riassunto di tutte le mie ultime letture che in totale sono cinque titoli!

Il giorno delle nuvole.

Il giorno delle nuvole.jpgUn antico borgo viene sgombrato all’improvviso per ragioni di sicurezza, diventando, come tanti altri paesini italiani, una ghost town abbandonata. Ma non tutti se ne vanno: un ragazzo sceglie di non partire con i genitori e scappa di casa il giorno della partenza. Non vuole abbandonare i suoi luoghi, sente anzi l’esigenza di “respirare” le energie del luogo come se gli appartenessero, riconoscendone in questo modo il valore intrinseco. Trascorrerà il resto dei suoi giorni tra le case vuote, raccontando la vita che si svolgeva prima che le famiglie venissero invitate a trasferirsi altrove, narrando della lentezza di quei luoghi e del silenzio che regnava. Come in una pièce teatrale, prende vita la storia individuale dell’ultimo uomo, ma anche la storia collettiva delle anime imprigionate in polveri secolari che hanno abitato il borgo: è la storia di un luogo surreale, di echi lontani, di voci che sono passate dentro antiche mura.

Questo libro come avrete intuito dalla trama racconta come un piccolo paesino da un giorno all’altro viene sgomberato, in questo libro vediamo tutti i pensieri del protagonista, colui che non vuole abbandonare la sua terra, la terra dove è nato e dove ha passato tutta la sua vita fin a quel momento. “Il giorno delle nuvole” è un libro che mi è entrato dentro anche perché abitando anch’io in un piccolo paesino so cosa si prova a viverci. Ottimo stile di scrittura, davvero avvincente che ti spinge a continuare la lettura anche tenendoti attaccata al libro per un paio d’ore. Ringrazio tantissimo la casa editrice Book a book per avermi inviato una copia di questo libro.

L’erede si Sargas.

9788871123639.jpgMorte è quando vediamo da svegli/sogno, quando vediamo dormendo. Questa è la frase con cui si apre il libro che Willy trova per caso in camera sua. Tante cose strane sono accadute quella notte, prima i fantasmi al cimitero e ora quel libro misterioso apparso dal nulla. Eppure fino a quella notte Willy si riteneva un normalissimo ragazzo di 12 anni come tanti altri. Cos’era successo? Forse allora è vero che nella notte di Halloween possono accadere cose soprannaturali…Il libro che Willy ha trovato narra di un regno lontano, popolato da maghi e creature fantastiche. Appassionato dalla storia, Willy si addentrerà sempre più a fondo nella lettura, inconsapevole che quel libro gli cambierà la vita per sempre…

“L’erede di Sargas” è secondo me un libro stupendo! Trama originale e personaggi ben caratterizzati l’unica cosa è che credo che la storia sia indirizzata ad un pubblico più piccolo, per quanto mi riguarda, lo consiglierei ad dei ragazzi dai 10 ai 13 anni. Anche per questo non mi sono identificata molto con il protagonista e non ero d’accordo con le sue scelte. Ma oltre a questo la trama è perfetta! Ringrazio la casa editrice Lettere Animate per avermi mandato una copia di questo libro.

Il dipinto maledetto

dipintomaledetto_ev.jpgVENEZIA, 1555. Nella città del doge il pericolo è in agguato. Un rigido inverno avvolge la città nella bruma, e sulle banchine affiorano degli inquietanti cadaveri. Sono le vittime di uno spietato serial killer, rese irriconoscibili dalle torture…
LONDRA, oggi. Gli studiosi d’arte di tutto il mondo sono in fibrillazione per un antico dipinto di Tiziano, che si credeva perduto per sempre. È il ritratto di Angelico Vespucci, noto mercante veneziano. Il grande artista è riuscito a riportare sulla tela, con estremo realismo, i tratti somatici dell’uomo, ma non la crudeltà del suo animo. Proprio quel Vespucci, infatti, potrebbe essere il terribile mostro colpevole di aver scuoiato numerose giovani donne: una colpa che nessuno riuscì a provare e che rimase senza condanna. All’indomani del ritrovamento del quadro, però, vengono rinvenuti in giro per il mondo una serie di cadaveri senza pelle. Chi è l’assassino?

Parto con la parola “Delusione totale” Questo libro ha davvero un ottima trama, l’autrice è stata bravissima a creare grande suspance, anche alla fine di ogni capitolo, ha saputo intrecciare bene con la trama la storia di questo dipinto e dei nostri protagonisti, ma verso la metà del libro secondo me l’autrice ha sviluppato la trama in modo molto scorretto. Non c’è stato nessun colpo di scena finale dato che l’assassino ci viene presentato fin da subito cosa che non accetto nei thriller!

Quella notte senza luna.

quella notte senza luna.jpgElena è una giovane mendicante che vive a Genova, ai margini della società, in una baracca fatiscente. La condizione di estremo degrado sociale viene in parte lenita dall’anziano clochard Alcide, che diviene per Elena una sorta di padre putativo, e dalla conoscenza della coetanea Beatrice, commovente nel suo tentativo di aiuto della giovane mendicante, in una sorta di tentata palingenesi esistenziale. Beatrice presenterà a Elena l’insicuro Filippo, figlio di un cinico imprenditore di successo. La narrazione ha quale sfondo l’alluvione di Genova del 1970.

Ribadisco tutto quello che ho detto nella recensione “Note fragili” scritto dallo stesso autore. La sua capacità narrativa la notiamo anche in questo libro.

Stile di scrittura davvero ottimale, avvincente e che è in grado di tenerti incollata alle pagine per ore e ore. Se ne avete l’occasione acquistate un libro dell’autore, non ve ne pentirete! Ringrazio ancora l’autore per avermi mandato le copie dei sui libri e presto qui sul blog ci saranno le recensioni degli altri suoi libri.

Ed eccoci a fine articolo! Spero che questo articolo diverso dal solito vi sia piaciuto e alla prossima!

 

 

 

 

Annunci

Una risposta a "Le mie ultime letture."

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...